Una parte delle risorse dei giochi destinate ai Comuni

Soldi casino

Una parte delle risorse dei giochi destinate ai Comuni

admin No Comment
Italia News

Visto che il gioco lecito ancora esiste (per ora) perché non approfittarne per destinare una parte di risorse dei giochi ai Comuni in modo che possano reinvestirli sul territorio a finalità sociali? Questo emendamento presentato alla Legge di Stabilità ha creato quasi una guerra tra i vari schieramenti politici che sembrava non aspettassero l’ora per potersi scagliare l’uno contro l’altro… come Caino contro Abele. Fratelli coltelli, quindi, come si dice anche se di fratelli in politica se ne vedono davvero pochini!

Alberto Giorgetti di Forza Italia aveva presentato appunto un emendamento per il riutilizzo delle risorse “da gioco” al sociale non certo per palesare il suo interesse all’aumento della sua diffusione.

È bastata, quindi, questa presentazione -oltretutto considerata inammissibile- per scatenare una catena di osservazioni da parte degli antagonisti politici. Movimento 5S e Partito Democratico in testa che dichiaravano fosse un emendamento presentato a favore del settore del gioco e della sua diffusione.

A queste affermazioni si sono “aggregati” altri partiti che hanno poi espresso anche il loro pensiero proponendo di ridistribuire 100 milioni di euro ai Comuni proporzionalmente alla presenza di punti di raccolta gioco: insomma, più si gioca d’azzardo, più si riceve… un contentino per i Comuni che potrebbero così essere invogliati a scegliere più le questioni di cassa che quella dell’interesse e della salute dei cittadini. Quindi, ogni partito ed ogni “testa politica” dice la sua ed alla sua maniera. Rimane il fatto in ogni caso che dal mondo del gioco d’azzardo si vuole sempre e comunque attingere!

Commenta

Top